080 9081193
Numero Verde 800 820 769
info@corporatefunds.it

FINANZIAMENTI ATTIVI

Scheda Nuovo NIDI – Nuove Iniziative d’Impresa

COS’E’ NIDI?
Nidi è lo strumento con cui la Regione Puglia offre un aiuto per l’avvio di una nuova impresa con un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile.

CHI PUO’ RICHIEDERE L’AGEVOLAZIONE?
Puoi richiedere l’agevolazione se intendi avviare una nuova impresa o se hai un’impresa costituita da meno di 6 mesi ed inattiva. La tua impresa dovrà essere partecipata per almeno la metà, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti appartenenti ad almeno una delle seguenti categorie:

  • giovani con età tra 18 anni e 35 anni;
  • donne di età superiore a 18 anni;
  • disoccupati che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato negli ultimi 3 mesi;
  • persone in procinto di perdere un posto di lavoro
  • lavoratori precari con partita IVA (meno di 30.000 € di fatturato e massimo 2 committenti)

Devi prevedere di avviare l’impresa con meno di 10 addetti.

La tua impresa dovrà avere una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, società cooperativa con meno di 10 soci, Snc, Sas, associazione tra professionisti, Srl.

QUALI ATTIVITÀ POSSO AVVIARE CON L’AIUTO DI NIDI?
Con Nidi puoi avviare una nuova impresa nei seguenti settori:

  • attività manifatturiere
  • costruzioni ed edilizia
  • riparazione di autoveicoli e motocicli
  • affittacamere e bed & breakfast
  • ristorazione con cucina, sia in sede fissa che mobile (sono escluse le attività di ristorazione senza cucina quali bar, pub, birrerie, pasticcerie, gelaterie, caffetterie, ecc.)
  • servizi di informazione e comunicazione
  • attività professionali, scientifiche e tecniche
  • agenzie di viaggio
  • servizi di supporto alle imprese
  • istruzione
  • sanità e assistenza sociale non residenziale
  • attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (sono escluse le attività delle lotterie, scommesse e case da gioco)
  • attività di servizi per la persona
  • traslochi, magazzinaggio, attività di supporto ai trasporti, servizi postali e attività di corriere;
  • commercio elettronico

A QUANTO AMMONTANO LE AGEVOLAZIONI DI NIDI
Se prevedi di avviare l’impresa con investimenti fino a € 50.000,00, l’agevolazione è pari al 100%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
Se prevedi di avviare l’impresa con investimenti compresi tra € 50.000,00 ed € 100.000,00, l’agevolazione è pari al 90%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
Se prevedi di avviare l’impresa con investimenti compresi tra € 100.000,00 ed € 150.000,00, l’agevolazione è pari all’80%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile.
È inoltre previsto un contributo sulle spese di gestione dei primi sei mesi pari ad € 10.000,00.

Programmi Integrati di Agevolazioni PIA Medie Imprese Singole o con Aderenti (Art. 26 Reg. Regionale 17/2014 e s.m.i.)

Chi può richiedere l’agevolazione?
Può richiedere l’agevolazione:
– una impresa di media dimensione come da definizione di cui all’Allegato I del Regolamento (UE) 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, in regime di contabilità ordinaria, che alla data di presentazione della domanda abbia già approvato almeno due bilanci.
– una impresa di media dimensione non attiva controllata da una media impresa che abbia approvato almeno due bilanci alla data di presentazione della domanda.
– altre piccole e medie imprese, in regime di contabilità ordinaria, in adesione alla media impresa proponente che ne assume la responsabilità ai soli fini della coerenza tecnica ed industriale; in questa ipotesi, almeno i 2/3 delle PMI partecipanti al progetto integrato devono essere attive ed aver approvato almeno due bilanci alla data di presentazione dell’istanza di accesso. Inoltre, l’eventuale PMI aderente non attiva deve essere partecipata per almeno il 50% da altra PMI attiva che abbia già approvato almeno due bilanci alla data di presentazione dell’istanza di accesso. Infine, nell’ambito del progetto integrato, l’iniziativa imprenditoriale di competenza della media impresa proponente deve presentare spese ammissibili almeno pari al 50% dell’importo complessivo del medesimo e ciascun programma di investimento realizzato da micro, piccole e medie imprese deve presentare costi ammissibili non inferiori a euro 1 milione.

Quali attività posso realizzare con l’aiuto del PIA?
Con il PIA si possono realizzare investimenti in unità locali ubicate/da ubicare nel territorio della Regione Puglia e riguardanti:
a. la realizzazione di nuove unità produttive;
b. l’ampliamento di unità produttive esistenti;
c. la diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente;
d. un cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di un’unità produttiva esistente.

PIA Turismo (Programmi Integrati di Agevolazione)

Destinati a imprese di tutte le dimensioni, migliorano l’offerta turistica territoriale e favoriscono la destagionalizzazione. Recuperano e valorizzano gli immobili di interesse storico e artistico.
Gli investimenti possono essere compresi tra 3 milioni e 40 milioni di euro per le grandi imprese, tra 2 milioni e 30 milioni per le medie imprese, tra 1 milione e 20 milioni per le piccole imprese. Per le Pmi aderenti all’iniziativa della grande o della media impresa l’importo complessivo degli investimenti deve partire da 1 milione di euro.
L’incentivo rende possibile l’apertura di nuove attività turistico-alberghiere attraverso il recupero di patrimonio immobiliare esistente. Permette l’ampliamento e l’ammodernamento di attività già presenti, la realizzazione di strutture turistico-alberghiere attraverso il restauro di immobili di interesse artistico e storico o di edifici rurali, masserie, trulli, torri e fortificazioni, il recupero di immobili degradati, la realizzazione di strutture e impianti che migliorano l’offerta turistica. Tra le spese ammissibili, limitatamente alle Pmi, anche i servizi di consulenza per l’internazionalizzazione.
L’intensità dell’aiuto è del 25% per le grandi imprese, del 35% per le medie imprese e del 45% per le piccole imprese. 

Bonus e detrazioni fiscaliDecreto Rilancio

La novità del nuovo Decreto Rilancio rigurardano soprattutto l’ecobonus e il sismabonus che sono stati confermati al 110% ! Resta il vincolo del miglioramento di due classi energetiche dell’edificio (se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’Ape) e, per il sismabonus, la possibilità di usufruirne non solo nelle zone sismiche 1 e 2, ma anche nella zona 3. Per il sismabonus c’è anche un’altra novità importante: una detrazione al 90% per l’acquisto della polizza assicurativa anticalamità se acquistata insieme all’intervento antisismico.

Transizione 4.0, la nuova politica industriale

Brevetti, marchi e trasferimento tecnologico

Cinque bandi per la valorizzazione di brevetti, marchi, disegni e per il trasferimento tecnologico delle attività di ricerca e sviluppo

Nuovo Bando “Fabbrica intelligente, Agrifood, Scienze della vita” e “Calcolo ad alte prestazioni”

Accordi per l’innovazione. Ulteriori risorse

Avviso Pubblico per la realizzazione di interventi di sostegno al lavoro autonomo ”START”

POR PUGLIA 2014-2020 – Asse VIII “Promuovere la sostenibilità e la qualità dell’occupazione e il sostegno alla mobilità professionale” – Azione 8.9 “Interventi per l’adattabilità” (FSE) – sub-Azione 8.9.c – Interventi per l’adattabilità dei lavoratori autonomi

Avviso pubblico INNOPROCESS

Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle PMI, coerentemente con la strategia si smart specialisation, con particolare riferimento a commercio elettronico, cloud computing, manifattura digitale e sicurezza informatica

Avviso MicroPrestito

MicroPrestito della Regione Puglia – Avviso per la presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni ai sensi dell’Accordo di Finanziamento sottoscritto tra la Regione Puglia e Puglia Sviluppo in data 24/07/2017, successivamente integrato.

Avviso per manifestazioni d’interesse Digital Export Lab

ROGRAMMA OPERATIVO PUGLIA FESR 2014-2020
Asse III – Azione 3.5 – Sub Azione 3.5.b

PROGRAMMA STRATEGICO REGIONALE PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE, 2019-2020
AVVISO ESPLORATIVO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI D’INTERESSE E IDEE PROGETTUALI FINALIZZATE ALL’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI INIZIATIVE DI DIGITAL EXPORT LAB, EX ART. 36, COMMA 2, LETT. A), DEL D.LGS. N. 50/2016.

PIA Turismo – Avviso per la presentazione di progetti promossi da GRANDI, MEDIE e PICCOLE imprese ai sensi dell’articolo 50 del Regolamento

Titolo Il – Capo 5 (Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per Programmi Integrati di Agevolazione – PIA Turismo) – Avviso per la presentazione di progetti promossi da GRANDI, MEDIE e PICCOLE imprese ai sensi dell’articolo 50 del Regolamento.